Il vero valore dei Social Media per il Sociale

Il solo titolo mi lascia riflettere molto, tante sono le considerazioni sulle nuove prospettive dei social media nel sociale. "L'Incipit" di questo articolo introduce e riassume il pensiero di un giovane internauta che per "divertimento" ha contribuito a creare il maggiore social  network del mondo : Facebook. Chris Hughes nel 2007 ha lasciato Facebook (ideato ad  Harvard assieme a Mark Zuckerberg e Dustin Moskovitz ) per dedicarsi al Sociale.
Hughes lascia la "nuvola blu" per lavorare con un uomo che poi diventerà il 44° Presidente americano. Chris diventa il Direttore dell'organizzazione online per la campagna presidenziale, utilizza e crea tutte le funzionalità messe a disposizione sul web per coinvolgere il maggior numero di elettori USA.  Sembra che sia riuscito nel suo intento. Oggi gestisce il My.BarackObama.com ed ha creato il suo social personale: jumo.com.

Lo slogan è : "creare i social network per connettere le persone che vogliono cambiare il mondo".
La vicenda di Hughes è molto interessante, egli lascia il Big dei social network per dedicarsi seriamente al sociale, lo scopo è quello di aiutare le persone, tutte le persone indistintamente.
Prima di proseguire, vediamo una mappa "di utilizzo" dei maggiori social network al mondo:

( statistiche e immagini appartengono a vincos.it )


Su Facebook sono presenti persone di ogni età e provenienza che cercano di usare le funzionalità FB per contattare altre persone o per svolgere le proprie ricerche. Molte sono le Aziende che hanno costruito pagine ufficiali FB per sponsorizzare i propri prodotti e tentare di aumentare le vendite ( vedi anche la neonata pagina FATTORE ZERO).

Facebook
è una sorta di mercatino rionale dove le bancarelle espongono il cartello "tutto a 1 euro!".  Ci si fa un giro, si conversa con i conoscenti e magari si spende 1 euro o forse 2. I tuoi veri amici ed i tuoi veri interessi non li trovi certamente in quel mercatino. Il contatto umano, il dialogo fra le persone non dovrebbero essere "spezzati" con un semplice clic del mondo digitale.

Una rete sociale come FB non è concepita per alimentare il cambiamento sociale, occorre creare vere reti sociali per il sociale

In sintesi cosa significa?
Bisogna rendere più semplice per tutti "riuscire a fare qualcosa di veramente significativo".

A tale proposito, segnalo il Social Media Week che si terrà a Milano nei giorni 20-24settembre 2010.
Segui le novità anche su twitter

( questo articolo continua, se è di tuo interesse torna a leggere il seguito )

0 commenti:

Posta un commento

Questo blog è a tua disposizione per aiutarti gratuitamente. Invia i tuoi commenti o visita la pagina delle informazioni.
Pur avendo contatti, non lavoro per Google. Se hai una domanda specifica su Google AdSense e Google AdWords, scrivi nel Forum Webmaster a http://google.com/webmasters
Grazie