About gLee

gLee! Musical groups composed by male or female voices or mixed voices are called "glee club". In italian "glee" means "gioia" and it is not referred to the mood of the music or singers, but to the form of english song popular between 1650 and 1900, called "glee ". so, about gLee?

These groups are specialized in the singing of short songs by trios or quartets and after superseded by choral groups. in london in 1787 was founded in harrow school the first glee group and after they were popular in england until the mid 1850 and after superseded by choral groups.
These groups were no common in the 20th century but the term remained to identify choirs found in japanese and north american colleges and universities. The oldest glee club in the united states is the harvard glee club, founded in 1858.
Other About Glee?

Prima volta su Facebook: diretta streaming de "Le Invasioni Barbariche", ma gli utenti Mac?

Sembra proprio che Daria Bignardi (che saluto) voglia conquistare anche il "pubblico" di Facebook. Le Invasioni Barbariche saranno in diretta streaming per la prima volta ( La 7) sul social più popolare del mondo. La data è il 1 ottobre a partire dalle 21.10. L'annuncio arriva da Mario Bassetti, responsabile della casa produttrice Endemol, che ha presentato il programma oggi. Come possiamo vedere la trasmissione su Facebook? 
‘Invasioni Barbariche’ sarà in diretta streaming su Facebook a partire dalle 21,10. Gli ospiti del programma sono: Renzo Bossi, Alessandro Gassman e Morgan. Inolte Daria, proporrà temi inerenti l’inseminazione eterologa. E ancora un servizio sul Libro ‘Cotto e mangiato’, di Benedetta Parodi con l'immancabile Beppe Bigazzi, "taggato" per l'incidente della ricetta a base di gatto!

Facebook è "pronto" per le Invasioni Barbariche in streaming live? Mai dire mai... vedremo cosa ne pensa il "pubblico" di Facebook.
Per ora contribuisco alla condivisione di questa iniziativa, sono sempre favorevole alle novità ;)

Seguite la diretta streaming su: http://apps.facebook.com/invasionibarbariche/
Utilizzando un Mac è necessario installare il  plug in Flip4Mac
Ricordiamo agli utenti Mac (Apple) di installare il plug in Flip4Mac
Malgrado l'installazione di  Flip4Mac , utilizzando Firefox, Opera, Chrome e seguendo le linee guida della Apple ( dove ricorda che Flip4Mac non è compatibile con QuickTime X, ma solo con la versione 7)  l'iniziativa Live Streaming de le Invasioni Barbariche ha lasciato fuori gli utenti Mac. Forse si poteva prevedere?

...

N'DO VAI? ( QUO VADIS?)

"N'DO VAI? (QUO VADIS?) ARISPONNI A NA DOMANDA!", è il tormentone invernale che sta facendo il giro di facebook. Gli utenti guardano l'immagine che nasconde qualcosa, ma ancora non si comprende cosa. Appena lanciato il tormentone sono arrivate circa 150 e-mail: " ma cosa nascode?", "aoh! ma che vor dì?" e tante altre ancora. Ma cosa significa veramente questo tormentone?

Continuate a scrivere, raccoglieremo le frasi più belle e quelle più caratteristiche (scrivete anche nel vostro dialetto!). Pubblicheremo le frasi più simpatiche su questo Blog e su Facebook. Pubblicheremo, inoltre il nome del vincitore! Chi riuscirà a scoprire cosa c'è nascosto nell'immagine del tormentone?
Per inviare la vostra frase caratteristica e la vostra risposta ( se avete capito di cosa si tratta ) scrivete a ilfatto(@)fattorezero.com .

Qual'è il tormentone che gira su facebook?
ecco l'immagine: 
il tormentone che gira su facebook ( cercalo )
Questa immagine nasconde qualcosa, ma cosa? scopritelo e ci sarà una sorpresa!
...

The Social Network, get tickets and showtimes on Fandango

On a fall night in 2003, Harvard undergrad and computer programming genius Mark Zuckerberg sits down at his computer and heatedly begins working on a new idea.  It's True? Day 3 of "The Social Network" giveaways! Write your very own end to the following quote said by Mark Zuckerberg. 5 comments will be picked at random tomorrow, Sept. 30 at 11am PT to win a pair of movie tickets. One comment/person.
In a fury of blogging and programming, what begins in his dorm room soon becomes a global social network and a revolution in communication. A mere six years and 500 million friends later, Mark Zuckerberg is the youngest billionaire in history... but for this entrepreneur, success leads to both personal and legal complications.

Join Facebook Movie Fans Fandango

Trailer

Vintage style? Color Blast for iPhone 4

Fotografia, ritocchi grafici e iPhone. Ebbene si, lo ammetto, mi sono lasciato convincere da East Coast Pixels ad utilizzare Color Blast sul mio iPhone 4. Funziona, questo posso confermarlo. Lo slogan che ho seguito è questo: "ColorBlast! is a powerful, fun, state of the art color image processing tool for iPhone/iTouch. You can use it to be creative and share your results on the go." 
Ma cosa fa di preciso l'App
Color Blast?

East Coast Pixels, pubblica due versioni di Color Blast: una gratuita (lite) e l'altra completa (0,79 eur). Io ho provato quella completa e devo dire che i ritocchi grafici sono a portata di tutti, certo non aspettatevi un tool grafico al pari di photoshop, ma si tratta di una divertente applicazione per la  fotografia.
Era già da un po di tempo che mi occorreva una "mano" a lavoro e adesso ce l'ho!
 

Guardiamo un video per l'utilizzo di Color Blast:

Pensate che sia Vintage?
...

Blogger a 14 anni ed è già famosa

A proposito di moda, una adolescente quattordicenne inizia a scrivere sul suo Blog da quando aveva 11 anni. Tavi Gevinson ha sviluppato un gusto particolare per la moda, esperti stilisti la definiscono una "designer cerebrale". Il suo Blog conta circa 50mila visitatori al giorno ed il New Yorker dedica 14 pagine alla giovane Blogger. Si può diventare famosi a 14 anni solo grazie ad un Blog?

Sembra proprio che il Blog Style Rookie, curato da Tavi Gevinson, abbia attirato l'attenzione dei media e di alcuni importanti stilisti. La Baby Blogger ha scritto i suoi articoli sin da quando aveva 11 anni, ed ha scritto proprio come se si trattasse di un diario personale. Indubbiamente i contenuti del suo Blog raccolgono idee stravaganti di moda, un mix degli stili di diverse epoche. Quest'anno Tavi è stata selezionata dalla Mattel quale candidata alle "Barbie's Ten Women to Watch".

questo è l'articolo in lingua inglese del New Yorker
A seguito del grande successo sul web, Tavi ha dovuto assumere Dana Meyerson, che cura la pubblicità sul Blog Style Rookie.
Proprio questa mattina mi chiedevo, nuovamente, a cosa sia dovuto il successo di Blog come mashable, ReadWriteWeb, etc. (se vi interessa l'ultima top 50 Blogs è qui ). Una valida risposta me l'ha fornita Davide (che ringrazio), ma guardando il Blog di questa adolescente, vi troverete a riflettere sul fatto che non c'è una struttura web ben costruita, curata e ottimizzata per il SEO, come non ci sono widgets dei maggiori social network, etc. . 
C'è qualcosa di più importante: i contenuti: unici, ricchi di fantasia, spettacolari nel loro genere. Il vero prodotto è la genialità nella creazione di una nuova moda, in sintesi uno Stile Unico e inconfondibile ovvero il Marchio del successo. Complimenti Tavi.

Abbiamo compreso il significato di questa lezione di stile gratuita?
...

Google sbarca a L'Aquila per ricostruirla in 3D

Google Inc., Barnaby Gunning, tecnologia Nikon e Apple MacBook "sbarcano" a L'Aquila per ricostruirla virtualmente in 3 Dimensioni (3D). Il quotidiano Il Centro avverte subito la ventata di aria fresca e pubblica un articolo. "Sono arrivati quelli della Google", si sente dire per strada. Già, sono arrivati... ma cosa vogliono fare realmente?

L'Aquila 3D, questo è il nome del progetto. Si parla di un impegno iniziale di 7 week-end che coinvolge esperti e alcuni appassionati. L'idea del già conosciuto architetto Barnaby Gunning che ha "coinvolto" Google è proprio quella di realizzare un modello in 3D di L'Aquila,  per avviare un  masterplanning, pubblicato su internet.

Il progetto sarà disponibile sulla rete Globale di Google Earth e l'intera comunità mondiale targata Web 2.0 potrà contribuire alla creazione virtuale del Centro Storico di L'Aquila.
Al progetto sembra che parteciperanno anche partner locali Anfe L'Aquila, Abruzzo Action, Manfrotto School of Xcellence, Fondazione Carispaq, l'università e il patrocinio di Comune e Provincia.

La progettazione del Centro Storico di L'Aquila nella ricostruzione post-terremoto
Per lavorare a questo progetto, Google e Gunning hanno chiesto la collaborazione a titolo volontario di professionisti e di appassionati.
Intanto Google, Gunning, tec. Nikon & Apple (solo gli apparati per intenderci), hanno iniziato a raccogliere le foto per la creazione del modello in 3D.
 immagine di Barnaby Gunning[link]
Ma cosa si farà realmente?
In sintesi, è necessario creare una mappa 3D dove ricreare L'Aquila seguendo un criterio d'innovazione e cercando di preservare la struttura storica del '700. A tale proposito ricordiamo che studenti dell'Università parteciperanno ad alcuni corsi alla facoltà di Scienze a Coppito (AQ) per l'utilizzo del software di modellazione 3D SketchUp ( software gratuito di Google, potete scaricarlo da questo link e vi occorre anche Google Earth ).
un Modello in 3D del Duomo di L'Aquila

Dove si vedrà il progetto di L'Aquila 3D?
Proprio qui, nel settore Europe.
Ma seguite gli sviluppi su ComeFacciamo - sito web del progetto L'Aquila 3D

Questo è il commento (provocatorio... sperando che serva a qualcosa) di Fattore Zero all'articolo su il Centro - L'Aquila

Ottima iniziativa, ma...
inviato da fattorezero
il 27 settembre 2010 alle 15:19
Sognare il futuro, paradossalmente, è l'unica "realtà" che resta ai cittadini Aquilani. A meno di interventi importanti da parte del Governo o di straordinari avvenimenti a carattere pratico; il virtuale aiuta ma non ricostruisce la realtà. Ottima iniziativa, quella proposta da Google Inc e da Mr. Barnaby Gunning: stage per studenti, visibilità nel mondo etc.. Ma io ho una proposta pratica da sottoporre a Google Inc.: perchè non costruire una struttura Google a L'Aquila? ci sono molti studenti preparati che potrebbero inizialmente contribuire al progetto Google per poi poter essere assunti. Tale proposta aiuterebbe o no quella virtuale? Questo argomento sarà approfondito su Fattore Zero in  "il vero valore dei social media per il sociale".
Grazie per la cortese attenzione. FZ


Voi cosa ne pensate?
Se la ricostruzione di L'Aquila parte anche da questa iniziativa, allora che ben venga e sosteniamo il progetto in ogni modo possibile:
ComeFacciamo - sito web del progetto L'Aquila 3D


Tutte le immagini proposte in questo articolo sono dei rispettivi proprietari ( Google TM, Barnaby Gunning e AcidGraz su Google )

Il nuovo rivoluzionario dispositivo per la conoscenza bio-ottico organizzato

Ho visto questo video-post sul profilo Facebook di un mio Caro Amico. Non posso fare a meno di condividerlo con Voi. "Con una parodia delle ormai celebri presentazioni "i-Tech" alla Steve Jobs, questo video spagnolo pubblicizza ed esalta le virtù del tradizionale libro di carta: senza cavi, senza batterie, compatto e portatile. Non si blocca mai..."

Si tratta di un rivoluzionario dispositivo per la conoscenza bio ottico organizzato: "senza cavi, senza batterie, compatto e portatile. Non si blocca mai..." fonte del video: tv.repubblica

Segue uno dei miei micro-commenti su Facebook:
Ho 1442 libri catalogati. Gli amici sanno che amo leggere e me ne regalano altri ( compresi quelli che odio, ma i regali sono attestati di stima ). Leggo molto velocemente ( già, faccio parte di quelli che naturalmente sono "affetti" da "lettura veloce" ). Qual'è il problema? Lavoro nel settore informatico... quindi scrivo e leggo sul computer. Vorrei tanto godermi un libro, in poltrona e senza distrazioni. E' difficile... il diritto all'oblio è spesso solo una nuvola passeggera.
...

Forse qualcuno ci resterà male leggendo questo post, immagino e mi vorrei scusare, ma io amo i libri.
Per chi non lo avesse già visto, questo è il video di presentazione del "Libro"



Leggete anche voi su questi nuovi rivoluzionari dispositivi?
...

Google festeggia il 12esimo compleanno

Buon 12° compleanno, Google. Di Wayne Thiebaud. Per gentile concessione di VAGA NY.
(rif. wikipedia) Larry Page e Sergey Brin, allora studenti dell'Università di Stanford, dopo aver sviluppato la teoria secondo cui un motore di ricerca basato sull'analisi matematica delle relazioni tra siti web avrebbe prodotto risultati migliori rispetto alle tecniche empiriche usate precedentemente, fondarono l'azienda il 27 settembre 1998.

Convinti che le pagine citate con un maggior numero di link fossero le più importanti e meritevoli (Teoria delle Reti), decisero di approfondire la loro teoria all'interno dei loro studi e posero le basi per il loro motore di ricerca. Il 7 maggio 2010 Google ha subito dei considerevoli aggiornamenti riguardanti l'aspetto grafico e l'aggiunta di miglioramenti e nuove funzioni. Viene definito l'aggiornamento più importante nella storia di Google.


Ecco l'immagine utilizzata per il festeggiamento!

Buon 12° compleanno Google

Desiderata

DESIDERATA è un manoscritto del 1692 ritrovato a Baltimora in un'antica chiesa, la chiesa di San Paolo. Sembrerebbe che l’autore sia Max Ehrmann; avvocato e poeta del nord dell’Indiana (US), visse dal 1872 al 1945. Chi ha svolto ricerche in merito ha dichiarato che l'autore ha scritto queste bellissime parole nel suo diario personale, sperando che un giorno, leggendolo, qualcuno trovasse ispirazione e insegnamento. Una di Voi la dedica a Marco Mengoni.


vista del lago di vico, 26 settembre 2010
Pubblichiamo, di seguito, la "Desiderata" che ci ha inviato una Fan di Marco Mengoni, sperando di farLe cosa gradita. Conoscevo questo manoscritto ma ogni volta che lo rileggo, passo del tempo a riflettere. Adesso vi lascio alla lettura. 

Procedi con calma
tra il frastuono e la fretta
e ricorda quale pace possa
esservi nel silenzio.
Per quanto puoi, senza cedimenti,
mantieniti in buoni rapporti con tutti.
Esponi la tua opinione,
con tranquilla chiarezza,
e ascolta gli altri: pur se noiosi e incolti,
hanno anch’essi una loro storia.
Evita le persone volgari e prepotenti:
costituiscono un tormento per lo spirito.
Se insisti nel confrontarti con gli altri,
rischi di diventare borioso e amaro,
perché sempre esisteranno individui migliori e peggiori di te.
Godi dei tuoi successi e anche dei tuoi progetti.
Mantieni interesse per la tua professione,
per quanto umile: essa costituisce,
un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo.
Usa prudenza nei tuoi affari,
perché il mondo è pieno d’inganni.
Ma questo non ti renda cieco a quanto vi è di virtù:
molti sono coloro che
perseguono alti ideali
e dovunque la vita è colma di eroismo.
Sii te stesso.
Soprattutto non fingere negli affetti.
Non ostentare cinismo verso l’amore,
perché,
pur di fronte a qualsiasi delusione e aridità,
esso resta perenne come il sempreverde.
Accetta docile la saggezza dell’età,
lasciando con serenità le cose della giovinezza.
Coltiva la forza la forza d’animo,
per difenderti nelle calamità improvvise.
Ma non tormentarti con delle fantasie:
molte paure nascono da stanchezza e
solitudine.
Al di là di una sana disciplina,
sii tollerante con te stesso.
Tu sei figlio dell’universo
non meno degli alberi e delle stelle,
ed hai pieno
diritto d’esistere.
E, convinto o non convinto che tu ne sia,
non v’è dubbio che l’universo
si stia evolvendo a dovere.
Perciò sta’ in pace con Dio,
qualunque sia il concetto che hai di Lui.
E quali che siano i tuoi affanni e aspirazioni,
nella chiassosa confusione dell’esistenza,
mantieniti in pace col tuo spirito.
Nonostante i tuoi inganni,
travagli e sogni infranti,
questo è pur sempre
un mondo meraviglioso.
Sii prudente.
Sforzati d’essere felice.

...

Ecco il Film su Facebook è The Social Network

The Social Network o meglio conosciuto come il film su Facebook. Scritto Aaron Sorkin e diretto da David Fincher è stato presentato in anteprima - ieri - a New York. Un monumento fatto di bit socialmente così imponente, Facebook, non poteva che essere uno spunto per un nuovo film che probabilmente guarderanno 500 milioni di persone. In fondo, dopo la fantastica avventura di Matrix, nessun produttore si era più dedicato a internet ed al mondo dei Bit. Vi ricordo che Zuck rinunciò  alla vendita di Facebook per 1miliardo di dollari (USD) offerti da Yahoo! 
Siamo ad Harvard nell'autunno del 2003. Mark Zuckerberg (nel film Mark, impersonato da Jesse Eisenberg), ha problemi d'amore con la sua ragazza, si lasciano e lui,  per vendicarsi accede ai computer dell'Università di Harvard per creare un database consultabile dal web che contiene i nomi di tutte le ragazze del campus. Ordina i record dei nomi a coppie e chiede a tutti i visitatori quale di loro sia la più "focosa" (hot Girl). Il nome del sito web nel film, non è Facebook ma viene denominato "Facemash". Sta nascendo il social network più grande del mondo, Facebook.

Guardiamo l'anteprima ( anche in HD )



Faremo parte di quei - presunti - 500 milioni di persone che guarderanno The Social Network ?

Blog, renderli accessibili ai daltonici

Questa mattina, come immaginavo, ho ricevuto molte e-mail riguardo le variazioni effettuate alla grafica  di Fattore Zero. Qualche amico mi ha scritto: "Vuoi farlo uguale a Facebook?" ed anche:"Così è Carino ma i colori sono poco vivaci". Tutto vero! Ho cambiato la grafica di Fattore Zero,  ho rivisto i colori e le immagini, ho utilizzato un po del mio tempo - probabilmente speso bene - ma c'è un motivo socialmente importante e utile!

Facebook è così come si presenta, nella sua veste grafica,  perchè rispetta anche l'accessibilità ai daltonici. Sembrerebbe (da una intervista sulla CNN) che il fondatore di Facebook , Mark Zuckerberg,  sia daltonico ed il solo colore che distingue senza problemi è il blu.
Ma al mondo non c'è solo Zuck, ci sono molte persone affette da diversi tipi di daltonismo, ( ringrazio  Davide Pozzi per il suo articolo sul Blog TagliaErbe ).


Proprio su Facebook c'è la pagina Come Vedono i daltonici, ed il relativo sito web , ma in rete ci sono molte altre testimonianze. Il motto sul sito web comevedonoidaltonici.it  è: " Nimium ne crede colori (non credere troppo ai colori, Virgilio)".

Adesso passiamo a Fattore Zero; con la grafica che usavo in precedenza, il verde ed il rosso erano davvero fastidiosi, come faccio a saperlo? guarda questo Blog da colorfilter e dimmi cosa ne pensi, puoi anche fare una verifica con la Ruota dei colori accessibili

In sintesi, ho svolto un po di lavoro per rendere un servizio utile ( questo intendo dire ogni volta che mi esprimo con la frase:  " Il vero valore dei social media per il sociale " ) alle persone che vedono i colori in maniera differente agli altri; è vero che la grafica di un sito web è importante, ma preferisco rendere un servizio socialmente utile invece che proporre grafica in HD.

Su questo Blog la grafica dovrà essere ulteriormente migliorata per renderla quanto più accessibile  a tutti, come dovrò attivare un lettore vocale per le persone affette da cecità. Prometto che farò il possibile.
Grazie per aver letto questo post.
Puoi inviare commenti, contattarmi tramite e-mail, su twitter e su facebook.

Leитαмeитe Mυσяe

Martha Medeiros (Porto Alegre, 20 agosto 1961) è una giornalista e scrittrice brasiliana. Figlia di José Bernardo Barreto de Medeiros e Isabella Matos de Medeiros, è giornalista per il giornale Zero Hora di Porto Alegre e per O Globo di Rio de Janeiro. Si è laureata nel 1982 presso la Pontificia Università Cattolica di Rio Grande do Sul (PUCRS) a Porto Alegre. Dopo aver lavorato in campo pubblicitario, si è trasferita per nove mesi in Cile e lì ha cominciato a scrivere poesie. Tornata a Porto Alegre, ha iniziato a scrivere come giornalista proseguendo anche la sua carriera letteraria. ( rif. wikipedia )
Un testo tratto da una sua poesia del 2000 dal titolo A Morte Devagar (tradotta in italiano col titolo Lentamente muore) è attribuito erroneamente dai più (e, principalmente, su internet) a Pablo Neruda ( ringrazio Er TRATTORE su Facebook )

Lentamente muore,
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
chi non rischia,
chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore,
chi evita una passione,
chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle '' i ''
piuttosto che un insieme di emozioni;
emozioni che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti agli errori ed ai sentimenti !

Lentamente muore,
chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza,
chi rinuncia ad inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore,
chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia e pace in sè stesso.

Lentamente muore,
chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.

Lentamente muore,
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare !

Soltanto l’ardente pazienza porterà
al raggiungimento di una splendida felicità.


Martha Medeiros.

Passare da Sim a MicroSim è facile

Acquisti il nuovo iPhone 4, magari dopo ore di fila negli store Apple, e vuoi provarlo subito. La batteria è già carica, il cellulare è pronto ma sorge un problemino. Non avevi pensato che per utilizzare iPhone 4 devi possedere una microsim invece della tua sim attuale, quindi ti affretti a trovare un negozio di telefonia che possa risolverti il problema: Passare da Sim a MicroSim. Carta sostitutiva,  operazione semplice?

Magari lo fosse! il mio gestore telefonico, ad esempio, TIM ha un numero di richieste molto alto per  il cambio da sim a microsim ( ovviamente lasciando il tuo numero invariato )  che però non è ancora in grado di soddisfare. Quello che ti può offrire nell'immediato è una nuova microsim con un nuovo numero telefonico, in altro caso l'attesa dura anche settimane. Che faccio? Beh, di aspettare non se ne parla quindi chiedo all'operatore di tagliare la mia vecchia sim con l'apposito cuttur per adattarla al formato microsim. Sembrerebbe risolto no? Purtroppo la mia vecchia sim ha anche il chip decentrato e tagliandola con il cutter si rovinerebbe.  
guardiamo le immagini

In effetti la mia vecchia sim ha anche il microchip decentrato rispetto al taglio che dovremmo fare con l'apposito cutter.

Cosa fare se le microsim sostitutive non sono disponibili?
Una operazione molto semplice, chiedete all'operatore di sostituire la vostra vecchia sim ( chip decentrato ) con una nuova sim ( non microsim perchè attendereste settimane). Prima della sostituzione verificate che il chip di quella nuova sia centrato rispetto all'alloggiamento del cutter e se tutto combacia allora fate il cambio, fatevi tagliare la sim per adattarla a microsim e provatela sul nuovo iPhone 4!
il Cutter da sim a microsim

Ricordiamoci che la sostituzione della sim costa 10 euro e per il taglio della sim ( a microsim ) di solito non viene chiesto alcun compenso.
Se avete dubbi, scrivete.

Facebook attaccato dagli hackers?

Proprio questa sera, durante la navigazione nella nuvola blu, molti utenti hanno ricevuto una sorpresa, DNS error su www.facebook.com. Abbiamo verificato anche tramite i provider americani, inglesi, tedeschi e giapponesi. Nulla di fatto, Facebook era KO! Applicazioni, widgets, pubblicità, tutto out. Ma cosa è successo? Update (21.55): Arriva la prima comunicazione di Facebook.
Facebook ci risponde nello stesso modo in cui ha fornito informazioni agli altri Blogger News, ribadendo cheil problema di oggi non è causato dagli stessi problemi riscontrati nella giornata di ieri:
“We’re currently experiencing some site issues causing Facebook to be slow or unavailable for some users. We are working to resolve this issue as quickly as possible. This is unrelated to yesterday’s outage.” 
Update#2
“Facebook started experiencing problems at around 2:30 PM EST. Between 2:30 PM EST and 3:30 PM EST Facebook only had 38.46% availability with sky high response times of up to 60 seconds reported from one of our monitoring locations. Over the last hour, AlertSite has recorded errors in all 12 of its monitoring locations throughout the US.”

Partono gli avvisi su twitter e sui canali IRC, un contatto USA parla di seri problemi alla Farm di facebook, un tecnico ci riferisce di un attacco DDOS (denial of service).
Resta il fatto che Facebook aveva annunciato nella giornata di ieri che alcune funzionalità sarebbero cambiate. Siamo in attesa delle comunicazoni ufficiali.
widget negli USA ( visto dall'Italia )



widget in Italia
ecco il primo file che fallisce ( per intenderci il like del widget contenuto nei nostri Blog ):

Probabilmente il disservizio è legato alle funzionalità aggiuntive di facebook, ( in particolare l'interazione con twitter, troppi messaggi dal micropost non gestiti da facebook ) ma molti utenti hanno già comunicato alla "nuvola blu" il loro enorme disappunto.


e interviene immediatamente il super motore di ricerca mondiale, Google:

Liberate Bradley Manning

Bradley Manning: "An American Hero", così viene definito dai suoi sostenitori. Wikileaks lancia un appello anche su twitter, alcuni organizzatori pacifisti promuovono il Blog personale e la pagina Facebook. Tutte queste attività hanno come obiettivo la liberazione di Bradley Manning, il giovane militare americano che forse ha svelato i segreti americani.

Oltre 92.000 documenti riservati che mostrano le azioni dei soldati americani in Iraq e in Afghanistan furono pubblicati su WikiLeaks, grande scalpore e molta preoccupazione per le ritorsioni di quei documenti e di quei video terrificanti. Oggi Bradley è detenuto nella base di Quantico. Ancora non è stata provata la colpevolezza di Bradley, ma nel dubbio molti si astengono dal divenire suoi sostenitori.
Se volete approfondire l'argomento di seguito ci sono i link alle pagine web di Bradley Manning
http://www.bradleymanning.org
http://www.facebook.com/savebradley

Vi mostriamo anche un Video.




Secondo Voi dovrebbe essere liberato Bradley, considerando che le prove del suo tradimento non sono ancora state "trovate"?
Decisione molto difficile...

Nokia N8 in uscita il 4 ottobre 2010

Il Blog ufficiale Nokia Conversation annuncia con il post "Nokia N8 shipping update" (aggiornamento della spedizione per i Nokia N8 ) a tutti i clienti che hanno pre-ordinato il nuovo smartphone N8 che devono pazientare un pochino. Nello stesso post , Nokia comunica che le spedizioni avverranno entro il terzo trimestre di questo anno. La situazione in borsa della Nokia desta non poche preoccupazioni. Ma è vero che l'uscita è prevista per il 4 ottobre 2010?

Nokia fa sapere, inoltre, che il problema maggiore è legato alla risposta dei vari operatori internazionali, i quali non hanno ancora fornito la data ufficiale per l'implementazione dei servizi locali e di roaming per l'utilizzo del Nokia N8. Ma giungono a Fattore Zero alcune indiscrezioni finlandesi. Siamo i primi a dirvi che il lancio sembra essere previsto per il 4 ottobre 2010!
Nokia N8 - Immagine di proprietà Nokia

Uno sviluppatore nipponico di casa Nokia ha, distrattamente, riferito ad nostro collaboratore che il lancio dell'N8 è previsto proprio per Lunedi 4 Ottobre 2010. Tale indiscrezione potrebbe avere poco senso per l'utilizzatore finale, ma ne avrebbe molta per le finanze della Nokia. In effetti il ritardo delle spedizioni degli N8 ha già arrecato un danno milionario ai titoli di mercato (controllate il grafico in fondo a questa pagina) della famosa azienda finlandese.
Siete già pronti per il nuovo acquisto? Tornate a visitarci per le novità oppure seguiteci sul canale twitter



Twitter hackerato questa mattina

Sembra proprio vero che la vecchia interfaccia di Twitter sia stata hackerata proprio questa mattina. Il problema sembra essere limitato alla vecchia interfaccia Web di Twitter e non incide su quella nuova che Twitter sta gradualmente implementando per le applicazioni mobili. Gli esperti di sicurezza ha detto che un comando JavaScript nel post incriminato, di tipo "onmouseover" ha causato il problema che poi si è immeditamente distribuito a tutta le rete. I just started a Twitter worm !

In realtà sembra che si tratti di Magnus Holm, un programmatore norvegese pratico dell'ambiente di sviluppo Ruby ( a tale proposito il suo profilo è su Facebook, ed il team FB sembra già  preoccupato... ) . Il comando "onmouseover" ( attivato quando il mouse si muove su un oggetto )  contenuto nel micropost firmato judofyr ha generato messaggi pop-up multipli, aprendo automaticamente molte pagine web.  Lo script in alcuni casi ha anche causato agli utenti la ritrasmissione del link incriminato, distribuendola in modo virale ai loro seguaci e al resto del Twitter.

Posted by Bits

Possiamo immaginere il numero di segnalazioni inviate a Twitter, tra le quali emerge quella di Sarah Brown, moglie del precedente primo ministro britannico, Gordon Brown, che si è trovata a reindirizzare ai suoi contatti un link ad un sito "hard core" giapponese. Twitter ha preso tempo prima di fornire una risposta ufficiale, ma poi ha postato un messaggio : "Abbiamo identificato e risolto un attacco XSS..." (XSS è l'abbreviazione di "cross site scripting" e si riferisce a difetti dell'applicazione Web che consentono agli hacker di introdurre script nei siti web).

Magnus colpirà anche Facebook?

Il vero valore dei Social Media per il Sociale

Il solo titolo mi lascia riflettere molto, tante sono le considerazioni sulle nuove prospettive dei social media nel sociale. "L'Incipit" di questo articolo introduce e riassume il pensiero di un giovane internauta che per "divertimento" ha contribuito a creare il maggiore social  network del mondo : Facebook. Chris Hughes nel 2007 ha lasciato Facebook (ideato ad  Harvard assieme a Mark Zuckerberg e Dustin Moskovitz ) per dedicarsi al Sociale.
Hughes lascia la "nuvola blu" per lavorare con un uomo che poi diventerà il 44° Presidente americano. Chris diventa il Direttore dell'organizzazione online per la campagna presidenziale, utilizza e crea tutte le funzionalità messe a disposizione sul web per coinvolgere il maggior numero di elettori USA.  Sembra che sia riuscito nel suo intento. Oggi gestisce il My.BarackObama.com ed ha creato il suo social personale: jumo.com.

Lo slogan è : "creare i social network per connettere le persone che vogliono cambiare il mondo".
La vicenda di Hughes è molto interessante, egli lascia il Big dei social network per dedicarsi seriamente al sociale, lo scopo è quello di aiutare le persone, tutte le persone indistintamente.
Prima di proseguire, vediamo una mappa "di utilizzo" dei maggiori social network al mondo:

( statistiche e immagini appartengono a vincos.it )


Su Facebook sono presenti persone di ogni età e provenienza che cercano di usare le funzionalità FB per contattare altre persone o per svolgere le proprie ricerche. Molte sono le Aziende che hanno costruito pagine ufficiali FB per sponsorizzare i propri prodotti e tentare di aumentare le vendite ( vedi anche la neonata pagina FATTORE ZERO).

Facebook
è una sorta di mercatino rionale dove le bancarelle espongono il cartello "tutto a 1 euro!".  Ci si fa un giro, si conversa con i conoscenti e magari si spende 1 euro o forse 2. I tuoi veri amici ed i tuoi veri interessi non li trovi certamente in quel mercatino. Il contatto umano, il dialogo fra le persone non dovrebbero essere "spezzati" con un semplice clic del mondo digitale.

Una rete sociale come FB non è concepita per alimentare il cambiamento sociale, occorre creare vere reti sociali per il sociale

In sintesi cosa significa?
Bisogna rendere più semplice per tutti "riuscire a fare qualcosa di veramente significativo".

A tale proposito, segnalo il Social Media Week che si terrà a Milano nei giorni 20-24settembre 2010.
Segui le novità anche su twitter

( questo articolo continua, se è di tuo interesse torna a leggere il seguito )

Arriva Facephone, lo smartphone di Facebook. Ma è subito smentita

Non possiamo farci mancare anche il Facephone ossia lo smartphone prodotto da Facebook. Alla "nuvola Blu" (il team di Facebook) sembrano evidentemente preoccupati dal successo di iPhone e  della piattaforma Android, visto che i due prodotti sono anche dotati di propri centri di comunicazione sociale. E' d'obbligo precisare che in "casa" Facebook stanno sviluppando - per ora - solo il software per uno smartphone, software a cui seguirà l'hardware prodotto da una nota azienda. C'è un'anterprima?
Abituatevi al nome Facephone perchè se ne parlerà molto, probabilmente molti "cittadini" di Facebook sono già pronti all'acquisto, ma attualmente il Facephone è solo un software in fase di sviluppo e un hardware in attesa del software. Nello specifico Facebook vuole implementare i propri servizi web nell'elenco dei contatti del nuovo telefono cellulare. E questo può accadere solo se il software gestisce direttamente il sistema operativo dello smartphone.

Al progetto Facephone stanno lavorando due menti brillanti già conosciute nel mondo dei social network, parlo di Joe Hewitt e Papakipos Matteo.
Ma perchè creare uno smartphone? solo per fare concorrenza a iPhone e Android? Assolutamente no, questa sarebbe la strategia commerciale più imbarazzante che Facebook abbia mai intrapreso. Ipotizzo invece che Facebook produrrà il Facephone ad un prezzo molto commerciale ( parlo di 50 o 70 euro ), uno smartphone di fascia bassa che però sostituirà i "numeri" da chiamare con il nome della persona registrata sul social network. Per quanto concerne i tempi, ricordiamo che i periodi feriali sono i mogliori per lanciare un prodotto commerciale, ma in questo caso non si sa neppure se il Facephone sarà davvero "prodotto".

La smentita (almeno in parte) arriva prontamente da Facebook con una dichiarazione a mashable.com:
“The story, which originated in Techcrunch, is not accurate. Facebook is not building a phone. Our approach has always been to make phones and apps more social. Current projects include include everything from an HTML5 version of the site to apps on major platforms to full Connect support with SDKs to deeper integrations with some manufacturers. Our view is that almost all experiences would be better if they were social, so integrating deeply into existing platforms and operating systems is a good way to enable this. For an example, check out Connect for iPhone and the integration we have with contact syncing through our iPhone app. Another example is the INQ1 phone with Facebook integration (the first so-called ‘Facebook Phone’). The people mentioned in the story are working on these projects. The bottom line is that whenever we work on a deep integration, people want to call it a ‘Facebook Phone’ because that’s such an attractive soundbite, but building phones is just not what we do.”

L’appello di Michele Santoro per Annozero

(Ripubblicazione...) Caro Michele, Cari Tutti, ieri questo post ha contato circa 12.000 visite! Potete immaginare cosa significhi per un Blog che non è ancora "attrezzato" per gestire visite così massive. Caro Michele, mi devi un caffè! In relazione al messaggio di Michele, le e-mail giunte - fino a tarda notte - a: ilfatto@fattorezero.com sono state circa 500 e spero di poter rispondere a tutti, in altro caso pubblicherò in questo post sia gli apprezzamenti per AnnoZero sia le critiche (quelle costruttive). Caro Michele, il popolo del web ti ammira ma adesso ti chiede che il favore venga ricambiato.


Cari amici, sono di nuovo costretto a chiedere il vostro aiuto. Giovedì 23 settembre alle ore 21.00 è prevista la partenza di Annozero ma la redazione è tornata al lavoro da poche ore e con grande ritardo, i contratti di Travaglio e Vauro non sono ancora stati firmati e lo spot che abbiamo preparato è fermo sul tavolo del Direttore Generale .

Tuttavia, se non ci sarà impedito di farlo, noi saremo comunque in onda giovedì prossimo e con me ci saranno come sempre Marco e Vauro.

Vi prego, come avete fatto con Rai per una Notte, di far circolare tra i vostri amici e tra le persone con cui siete in contatto questo mio messaggio avvertendoli della data d’inizio del programma.
Nelle prossime ore vi terrò puntualmente informati di quanto avviene.

Un abbraccio

Michele Santoro

Vi raccomando solo di redigere i vostri commenti e le vostre e-mail in maniera sintetica al fine di poterle pubblicare tutte. Grazie per la paziente collaborazione.
FZ

Update: il video di Vauro



Grazie ancora per le Vostre testimonianze

Addio Criteo, AdSense segue i cookies

Oggi ho notato che dopo aver visitato alcune pagine di mio interesse, tornando su Fattore Zero gli annunci di Google AdSense non erano a tema. In effetti dopo aver visitato un sito di giornalismo, su Fattore Zero apparivano annunci AdSense reativi al giornalismo, poi ho svolto una ricerca ed ho verificato. Il mio dubbio era stato confermato. Addio Criteo, ci pensa AdSense!


Ed eccoci alla verifica, elimino i cookies da Firefox, apro la home di Fattore Zero e gli annunci AdSense seguono il contesto del post; ma non solo! ho notato che seguono anche la geolocalizzazione.

( ingrandite l'immagine e vedrete che i link proposti sono relativi a Mac e Applicazioni).



Dopo questo passaggio ho fatto un salto in myspace, ho letto un paio di post e poi sono tornato su Fattore Zero e guardate un po'! Tutti i link sono dedicati a MySpace!



Addio Criteo, ci pensa Google AdSense!
lo avevate notato?

Google: Quick Search Box for the Mac

Nuove applicazioni (beta) per Mac dal Big Google. La comunità di sviluppatori open source sta lavorando a questa utilissima applicazione: Quick Search Box for the Mac. QSB sostituirà certamente il Finder degli utenti Mac, ovviamente se questo non sarà integrato dalla Apple prima della versione definitiva. In sintesi, Mac è sempre più Google based. Vogliamo vedere QSB in funzione?
Siamo alla release QSB-2.0.0.3789 - Quick Search Box for the Mac è una Casella di Ricerca rapida sviluppata nel rispetto della licenza open source e ti consente di cercare i dati nel tuo computer e nel web. Come dicevo prima, QSB sosotituirà  - certamente - il Finder del Mac. 

È possibile ottenere in tempi molto rapidi i risultati di una qualsiasi ricerca, lanciare direttamente le applicazioni del tuo Mac, inviare email o riprodurre un brano musicale.

Immediata è anche la ricerca dei termini sul Dizionario

Ovviamente l'applicazione è configurabile dal pannello di controllo Preferences


Il team che lavora al progetto ( siamo presenti anche noi :) ) coinvolge quanto più possibile gli sviluppatori:

Siamo ansiosi di coinvolgere gli utenti nel processo di sviluppo e saranno rilasciate nuove build frequentemente. Attendiamo anche un tuo feedback.

Hai provato QSB? inviaci i tuoi commenti

Writer Fattore Zero

Writer Fattore Zero è una nuova iniziativa sponsorizzata da Produzione Informatica. Ami scrivere post, articoli e commenti sul web? Allora puoi aderire all'iniziativa Writer Fattore Zero. WFZ è un programma di comunicazione sociale innovativo. Scrivi i tuoi articoli (Post), inviali a Fattore Zero e saranno pubblicati. Ma cosa ci guadagno?


Ovviamente questa è la domanda che ci poniamo anche noi: Cosa ci guadagno e come?
Questo programma ( WFZ ) è una sperimentazione sponsorizzata dall'azienda Produzione Informatica. Fattore Zero ha svolto ricerche di mercato per valorizzare i cyberutenti e per creare nuove opportunità di lavoro.
Ma arriviamo al punto
  1. Iscriviti su twitter a @fattorezero ( e manda un messaggio in @menzioni di @fattorezero scrivendo: desidero partecipare a WFZ per la categoria "qui scegli la categoria come indicato al punto 2" ), poi inviaci lo status della tua comunicazione tramite e-mail a ilfatto@fattorezero.com;
  2. Scegli l'argomento di cui vuoi scrivere dalle categorie proposte in Fattore Zero ( menu laterale CATEGORIE ).
  3. Ti contatteremo via e-mail per confermare il tuo indirizzo e-mail e per la compilazione dei tuoi dati personali; ( solo cittadini residenti in Italia )
  4. Ad approvazione avvenuta riceverai una e-mail di conferma per iniziare ad essere un WFZ;
  5. Inizia a scrivere i tuoi articoli - comprensivi di immagini (Licenza Creative Commons) e con non meno di 1000 caratteri - e saranno valutati per pubblicarli su Fattore Zero.
  6. I contenuti dei post ( in lingua italiana ) dovranno essere attinenti alle categorie presenti in Fattore Zero, non sono ammessi contenuti osceni od offensivi;
  7. Riceverai via e-mail il regolamento ( sintetico ) di adesione a WFZ;
  8. Fattore Zero si riserva di sciogliere il contratto in qualsiasi momento.
Adesso alcune semplici regole:
Il tuo articolo deve essere unico e personale. Fornisci i tuoi dati reali ( nome, cognome, indirizzo e metodo di pagamento.). Raccomandiamo di fornire i dati reali a pena esclusione dal programma WFZ.
Segnalaci il tuo blog o il tuo sito web dove inserirai un link a Fattore Zero (*opzionale). Per ogni 10 post (  soggetti alle regole dei punti precedenti ) che saranno pubblicati, guadagni da 2 a 5 euro! Il pagamento sarà emesso al raggiungimento di 20 euro. ( sceglierai la modalità di pagamento fra le seguenti : Assegno postale a domicilio, ricarica PostePay, versamento su conto PayPal )

Adesso puoi diventare un WFZ!
per eventuali comunicazioni scrivi a ilfatto@fattorezero.com

Per vendicarmi cerco nuovi amichetti

Radio Kiss Kiss è certamente ricca di sarcasmo e di ironia. Questo non accade solo nell'etere ma anche nel web, dove lo spazio dedicato ai cybernauti è ricco di contenuti spesso anche molto divertenti. Questo video dimostra quanto ci si possa sbagliare sulla prima impressione che percepiamo incontrando una bellissima ragazza. Ma è uno scherzo oppure è realtà?

Ovviamente è un video "spassoso", i burloni di Radio Kiss Kiss ci fanno divertire e al contempo ci lasciano riflettere.
Guardiamolo...



A voi è mai capitata una situazione imbarazzante come questa?
...

TweetDeck e YFrog per essere trendy

TweetDeck e YFrog per essere finalmente on-line. Due software da provare per avere tutto a portata di mano. I due software possono essere installati anche su iPhone e iPad e Android. TweetDeck ti offre su un unico desktop tutte le funzionalità di Twitter, Facebook, Google Buzz, Linkedln, Foursquare e MySpace. YFrog ti consente di collegarti al tuo account Twitter e di condividere Video e immagini.
Abbiamo provato le funzionalità offerte dai due software anche sull'iPhone 3GS ed il risultato è davvero soddisfacente. Inutile dire che su iMac le cose migliorano di gran lunga.

Vediamo come si presentano i due software.

TweetDeck is your personal browser for staying in touch with what’s happening now, connecting you with your contacts across Twitter, Facebook, MySpace, LinkedIn and more.
With TweetDeck anyone can tweet like a Pro. Customize your Twitter experience with columns, groups, saved searches and automatic updates helping you to effortlessly stay updated with the people and topics you care about. See what people are saying about you and join the conversation by tweeting, sharing photos, videos or links directly from TweetDeck. We like to think of it as air traffic control for Twitter.
Connect with your Facebook and MySpace friends directly from TweetDeck by updating your status, posting photos or videos, commenting, liking and groups your friends to make it easier to follow only those you really want to see what your friends are doing by creating columns for each of your groups of friends.

ImageShack's mission is to provide an easy-to-use media hosting service.
In November 2003, we launched ImageShack. In July 2007, we opened our first office in Los Gatos, CA. Then, we doubled our office space in October 2008. Today, we employ 16 extremely talented and dedicated individuals who make our mission statement a priority.
Browse the links below to learn more about our company.
* Advertising
* Jobs and Stats Page
* Alexa Popularity Rank
* History of Website
* Wikipedia Entry
* Whois Information
* Compete United States Traffic
* Quantcast Traffic Analysis

I test svolti sulle diverse piattaforme confermano la versatilità e la facilità d'uso dei due software. Bastano pochi click e sei già on-line!


La comunicazione sociale è già cambiata da tempo, speriamo solo che in Italia, nello specifico chi deve occuparsi della risoluzione del Digital Divide*, se ne sia veramente accorto...

*Aggiungiamo una citazione da wikipedia: Il digital divide è il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione (in particolare personal computer e internet) e chi ne è escluso, in modo parziale o totale. I motivi di esclusione comprendono diverse variabili: condizioni economiche, livello d'istruzione, qualità delle infrastrutture, differenze di età o di sesso, appartenenza a diversi gruppi etnici, provenienza geografica. Oltre a indicare il divario nell'accesso reale alle tecnologie, la definizione include anche disparità nell'acquisizione di risorse o capacità necessarie a partecipare alla società dell'informazione. Il digital divide può essere inteso sia rispetto a un singolo paese sia a livello globale.

Decodificato HDCP, il software che impedisce la copia di film

Intel ammette: è stato Decodificato l'HDCP, il software che gestisce la trasmissione di dati sul cavo HDMI. HDCP che sta per High-bandwidth digital content protection è il software che garantiva la protezione dei contenuti digitali in hd. (... These are some of the 376 lines of HDCP master key code posted to the Internet)

Il colpo viene accusato maggiormente dalle major di Hollywood, ricordiamo le lunghe battaglie legali affinchè i contenuti in hd ( alta definizione ) non fossero resi copiabili. L'HDCP è un software che protegge e gestisce i dati durante il loro "passaggio", solitamente con l'utilizzo di un cavo specifico denominato HDMI (high digital multimedia interface) che è provvisto di una codifica del flusso dati audio e video durante i trasferimenti tra vari dispositivi (ad esempio, da un decoder ad un televisore, ma anche da lettore dvd br a PC, etc. ).

Con la violazione dell'HDCP adesso i contenuti possono essere copiati ( questa restrizione era valida anche per i leggittimi possessori del film, i quali non potevano farsi una copia di riserva del prodotto acquistato ).
These are some of the 376 lines of HDCP master key code posted to the Internet.

E' già possibile trovare sul web la soluzione per decodificare l'HCDP, magari utilizzando nella ricerca il termine HCDP decode oppure leggi di seguito:

Questa è solo la parte descrittiva del codice:
#HDCP MASTER KEY (MIRROR THIS TEXT!)
#This is a forty times forty element matrix of fifty-six bit
#hexadecimal numbers.
#To generate a source key, take a forty-bit number that (in
#binary) consists of twenty ones and twenty zeroes; this is
#the source KSV. Add together those twenty rows of the matrix
#that correspond to the ones in the KSV (with the lowest bit
#in the KSV corresponding to the first row), taking all elements
#modulo two to the power of fifty-six; this is the source
#private key.
#To generate a sink key, do the same, but with the transposed
#matrix.

Preleva il codice da QUI

Leggiamo la dichiarazione ufficiale: 
Intel confirms HDCP copy-protection crack
Intel: Leaked HDCP copy protection code is legit These are some of the 376 lines of HDCP master key code posted to the Internet. Intel has confirmed that code posted to the Internet earlier more Intel confirms HD code crack, but says it's
vedi anche il sito USA Today

Ricordo, ovviamente, che tale attività è illegale.

Mozilla Firefox "Wallpaper 2011-2012" Contest

Si aprono le danze per i nuovi Wallpaper per Mozilla Firefox. Accattivanti immagini da creare e da rendere pubbliche per il famoso browser Firefox. Ami la grafica ed hai nuove idee? Allora fatti conoscere subito! Crea sfondi per il desktop ( da utilizzare per le varie risoluzioni maggiormente conosciute ) con tema Mozilla Firefox, puoi inserire - nell'angolo in basso a destra - il tuo nome, l'indirizzo del tuo blog o sito web. Partecipa anche tu!
Mozilla Firefox "Wallpaper 2011-2012" Contest
THE RULES
1. Only original content can be submitted.
2. All rights of the logo are given to the FZ Mozilla team (with of course props to you for your hard work).
3. The wallpaper submitted cannot be used elsewhere.
4. You can submit as many as you like.
5. When submitting please share your Twitter handle along with your real name.
6. Be sure to get the word out and to ensure that we know you are doing this – Tweet Us

Enjoy! Tweet Us

iPad Killer

All'evento di ieri sera al Time Warner Center, Samsung ha svelato il suo iPad -killer, la scheda Galaxy. Samsung ha inoltre annunciato un nuovo servizio chiamato Media Hub , un servizio simile a iTunes, che permette ai consumatori di acquistare e noleggiare film e spettacoli televisivi per i nuovi device portatili Samsung. Dopo l'annuncio seguirà il lancio del Samsung Smartphone Galaxy.

E' previsto per la prossima estate il lancio del Samsung Smartphone Galaxy.

I nuovi Galaxy Tab e smartphone Galaxy Samsung utilizzano il sistema operativo Google Android, la piattaforma open source concorrente con Apple IOS ( utilizzato su iPhone e iPad ).

La scheda Galaxy è dotata di due fotocamere: una esterna da 3.2 megapixel e l'altra interna da 1,3 megapixel, da utilizzare per le video chat. l'iPad non ha nessuna telecamera. Samsung sostiene la scheda Galaxy offre fino a 7 ore di riproduzione video, mentre iPad può durare fino a 10 ore, secondo Apple.

Per quanto riguarda il software, la scheda Galaxy utilizza Google Android 2.2, che consente l'utilizzo di Adobe Flash. In questo modo è possibile riprodurre video e altri elementi multimediali. Apple non supporta Flash su nessuno dei suoi prodotti.

Samsung non ha fornito dettagli sui costi per il servizio Media Hub, ma ha dichiarato che il prezzo sarà molto competitivo.

Siamo pronti per la nuova generazione di Tablet All in One?

Ecco il nuovo Twitter, ma è Facebook?

La naturale evoluzione del Big dei microPost ( Twitter ) non poteva essere differente da come l'avevo pensata qualche tempo fa. In effetti ne avevo già parlato in un post sul social americano dedicato a Twitter. Come si evolve Twitter? Prende un po di tutto, photo gallery, video, micropost avanzati. il Rollout permetterà agli utenti di abituarsi alla nuova interfaccia, caricare video e foto. Ma la privacy? Aspettiamoci molti dei problemi che abbiamo già riscontrato con Facebook.
Accediamo al nostro account Twitter e nella barra delle informazioni appare una indicazione: "Pssst... the new version of Twitter is here, Try it now." quindi accettiamo il link proposto con un clic.

Vediamo qualche immagine del nuovo twitter
dopo l'ok grazie


 quindi


di seguito tutte le informazioni rilasciate da sbircia il nuovo twitter
Nuovo design
Adesso troverai @menzioni, retweet, ricerche e liste appena sopra la cronologia, in un'unica schermata sulla sinistra. Sulla destra, potrai vedere le caratteristiche a te familiari, chi ti ha seguito recentemente e chi hai seguito, i preferiti e le Tendenze.

Visualizza foto, video ed altri contenuti multimediali
Ora è facile vedere foto e video direttamente su Twitter, grazie alla partnership con DailyBooth, DeviantART, Etsy, Flickr, Justin.TV, Kickstarter, Kiva, PhotoZou, Plixi, Twitgoo, TwitPic, TwitVid, USTREAM, Vimeo, yfrog, e YouTube.

Scopri contenuti correlati
Quando fai clic su un Tweet, nel riquadro dei dettagli vengono visualizzate informazioni aggiuntive relative ad autore o soggetto. A seconda del contenuto del Tweet, è possibile visualizzare: @risposte, altri Tweet da quell'utente, una mappa della zona da cui è stato inviato un Tweet e altro ancora.



Mini profili
Clicca su un @nomeutente per vedere il mini profilo senza lasciare la pagina. Il mini profilo fornisce accesso rapido alle informazioni sull'account, compresi bio e Tweet recenti.

Tempi di Rollout
Questi cambiamenti saranno disponibili in anteprima nelle prossime settimane. Durante l'anteprima, sarai in grado di abilitare e disabilitare la nuova versione in modo da avere tempo per abituarti alle novità. Presto, tutti avranno la versione aggiornata di Twitter.com.

Siamo pronti?

Driver iPhone e sincronizzazione iTunes su Windows 7 a 32 e 64 bit

Ho lavorato sul quesito che mi avete posto in questi giorni, il problema dell'installazione dei driver per iPhone su piattaforma Windows 7 ( 32 e 64 bit ) e la relativa sincronizzazione con iTunes. In questi giorni, molti utenti che utilizzano un PC con Windows 7 installato, hanno riscontrato difficoltà nell'installazione del proprio iPhone su questo sistema operativo. Vediamo come risolvere il problema.
Non sempre dipende dal bios della scheda madre ( a volte si risolve anche in questo modo) ma il problema sta nell'errato aggiornamento dei driver per iPhone con il Windows Update.

Di norma, l'utente installa iTunes ( la versione attuale è la 10.0.0.68 ) - ricordo che per Windows 7 a 64 bit è necessario installare iTunes 64 bit - poi collega il propio iPhone ed il Windows Update fa il resto, ovvero installa il driver corretto per il funzionamento del driver: Apple Mobile Device USB Driver.

Quando l'installazione del driver non va a buon fine, il nostro iPhone non è visibile nell'elenco device e non si sincronizza con iTunes.

Cosa fare?

Scaricate il file ( si trova sul web ) usbaapl64.sys che va posizionato della directory Windows/System32 , ricollegate l'iPhone e quando appare la finestra del Windows Update ( Installazione driver di Dispositivo ), clic su Ignora download di driver da windows update.
Aprite il gestione dispositivi da pannello di controllo, clic su rileva modifiche hardware. A questo punto potrebbe apparire il driver Apple Mobile Device USB Driver ed il gioco è fatto.

Ma questo tentativo potrebbe risultare inutile, quindi:
aprite Dispositivi e Stampanti nel pannello di controllo, se non vedete il vostro iPhone ( con un cerchietto nero ) scollegatelo dalla porta usb e ricollegatelo. apparirà il dispositivo ( iPhone ) con un punto interrogativo. A questo punto clic con il tasto destro sul iPhone e visualizza dettagli driver.

Nei dettagli driver clic su aggiorna driver ed invece di ricercarli con windows update cercateli nella directory System32 ( dove c'è il file usbaapl64.sys). A questo punto il driver dovrebbe essere installato.
Verificate anche aprendo iTunes.

In alcuni casi ho riscontrato che iTunes ( ovviamente sempre installato come amministratore ) in inglese risolve automaticamente il problema.

Ricordate sempre di fare molta attenzione con queste operazioni e fate prima un backup dei dati del vostro pc, anzi è meglio un'immagine del disco rigido.

Se occorrono chiarimenti, scrivete nei commenti o tramite e-mail alla pagina informazioni.